AIV - Accademia Italiana Videogiochi

Blog

LO STRANO CASO DI MOTION TWIN

Una società senza nessun capo?

Una "cooperativa anarco-sindacale di lavoratori", ecco come si definisce lo studio francese Motion Twin famoso per aver sviluppato (fra gli altri) "Dead Cells".

Caso unico nel panorama videoludico, per cui i suoi 11 impiegati sono tutti pagati esattamente allo stesso modo sin dalla sua fondazione, nel 2001: same pay, same say.

"We actually just use a super basic formula: if a project finds success, people are basically paid more in bonuses, and everyone is paid the absolute same way: the devs and the artists are paid the same amount of money, and people like me who have been here for 17 years are paid the same amount as people who were recruited last year." - Sébastien Bénard, Game Designer di Motion Twin da 17 anni.

Un concetto che lascia sicuramente perplessi, ma che a quanto pare funziona completamente; lo dimostra la longevità dello studio ed il successo del loro "Dead Cells".

Se davvero un videogioco è un progetto da realizzare in team, allora il team dev'essere tutto alla pari (almeno secondo la loro filosofia), non solo da un punto di vista salariale, ma anche a livello di decisioni. Le scelte più importanti a Motion Twin, sono prese da tutto il team riunito insieme, con ognuno dei membri libero di esporre il suo punto di vista. Anche le ore di lavoro sono organizzate in modo che tutti i lavoratori lavorino sempre insieme e negli stessi orari, per favorire le loro interazioni, e quindi, la produttività generale dell'equipe.

Non stiamo parlando ovviamente del paradiso in terra; anche loro come tutte le altre società devono fronteggiare problemi quotidiani (crunch, burnout...), nonchè il numero massimo di impiegati che dev'essere sempre inferiore alle 15 persone (perchè altrimenti sarebbe troppo difficile armonizzare il lavoro di tutti e mantenere la loro filosofia) ma preferiscono sempre e comunque cercare soluzioni insieme, perchè:

"It’s obviously better to lose a few work hours than a colleague, there’s absolutely no discussion about that."- Sébastien Bénard, Game Designer

Un sistema rivoluzionario, un'oasi unica che va contro ogni dittame visto fin'ora nella gaming industry. 

 

 

Per approfondire: KOTAKU