Blog

Videogiochi e salute mentale: l’iniziativa Hero Journey Club

Si può prendersi cura della propria salute mentale mentre si gioca al proprio videogioco preferito? Ora è possibile grazie all’iniziativa di Hero Journey Club

C’è un legame tra videogiochi e salute mentale? Si può prendersi cura della propria salute mentale mentre si gioca al proprio videogioco preferito? Ora è possibile grazie all’iniziativa di Hero Journey Club.

L’associazione con sede a San Francisco, offre la possibilità di partecipare a sessioni anonime di terapia di gruppo in spazi digitali protetti,come ad esempio i videogiochi.

Se da un lato si stanno aprendo le strade per l’utilizzo dei videogiochi per scopi formativi, dall’altro emerge anche il loro apporto benefico alla socializzazione e alla riduzione di ansia e stress.

Ansia, depressione e solitudine sono in crescita tra i giovani  e oggi si discute sempre di più sull’abbattimento dei tabù che aleggiano intorno al ricorso ad un supporto psicologico professionale per superare momenti di difficoltà.

Il legame tra videogiochi e salute mentale non è una novità ed è già stato esplorato in precedenza. 

la solitudine percepita dai giovani
I giovani si sentono molto più soli di prima. Fonte: Hero Journey Club

Recentemente l’Entertainment Software Association ha pubblicato The Power of Play, un report globale che indaga il rapporto tra Videogiochi e salute mentale e i cui risultati indicano come i videogiochi rappresentano un modo per alleviare stress, ansia e depressione.

Un altro tassello importante che va ad inserirsi in questo contesto è l’iniziativa di Hero Journey Club.

Bisogna specificare che il collettivo non si sostituisce ad un percorso di terapia individuale e mirato, che è sempre consigliato, ma si propone come uno strumento aggiuntivo all’interno della propria “cassetta degli attrezzi” emotiva.

Ma vediamo meglio insieme di cosa si tratta.

Il manifesto di Hero Journey Club

Hero Journey Club è un collettivo di terapisti, specialisti, designer, ricercatori e gamer che hanno come missione quella di rendere più accessibile possibile l’accesso alla salute mentale.

Il percorso, che già dal nome richiama appunto il viaggio dell’eroe, parte proprio dalla presa di coscienza di un eventuale problema che molto spesso è causato da pressioni sociali, squilibri chimici, difficoltà di gestione delle emozioni o di alcuni avvenimenti importanti.

Tutti questi fattori possono contribuire alla sensazione di sentirsi destabilizzati e alla ricerca di un luogo sicuro dove alleviare queste pressioni, prendersi cura della propria salute mentale e entrare in connessione con persone che vivono la stessa cosa.

Il programma è quindi destinato a tutti coloro che (dai 18 anni in su) sono in cerca di una community, di una crescita personale o che cerchino un primo approccio per un supporto alla propria salute mentale.

Come funziona e come si integrano i videogiochi all’interno del processo di cura della propria salute mentale

Come abbiamo detto lo scopo principale di queste sessioni è un supporto per la propria salute mentale. 

Gli incontri si svolgono all’interno delle piattaforme di gioco perché queste sono molto spesso uno spazio dove le persone sono più predisposte a parlare e ad aprirsi, essendo i videogiochi già di per sé uno strumento utile per alleviare stress e socializzare.

I gruppi sono formati da massimo 5 persone in modo da avere abbastanza tempo per tutti. 

Le sessioni sono strutturate come abbiamo detto, in maniera anonima, e si basano principalmente sulla discussione di alcuni temi dietro la guida di professionisti che si assicurano che tutti abbiano lo spazio e il tempo di condividere se ne hanno voglia.

I materiali usati durante queste sessioni sono fogli di lavoro e strumenti basati su terapie comportamentali, dialettico comportamentali e terapie di accettazione e di impegno all’azione in modo da avere anche un modello pratico su cui lavorare.

La struttura delle sessioni

I giochi che vengono usati per le sessioni di gruppo sono Minecraft, Animal Crossing, Stardew Valley e Final Fantasy XIV

Le sessioni avvengono spesso mentre in background si gioca insieme ad un videogioco, si sceglie un obiettivo o una missione e si gioca mentre la sessione va avanti.

 Ad esempio nel realm di Minecraft di Hero Journey Club, tutto è stato costruito dalla community e quindi le sessioni sono anche un momento per lavorare insieme a dei progetti condivisi che hanno bisogno di supporto.

L’idea, per i programmi futuri, è anche quella di progettare un environment specifico per ogni tema di salute mentale trattato.  

Ci sono due tipologie base di sessione.

La prima: gruppi estremamente appassionati del gioco scelto per quella sessione che fanno missioni insieme mentre la sessione di gruppo si svolge su Discord.

La seconda: gruppi che si concentrano principalmente sulla sessione di gruppo su Discord mentre giocano per conto loro.

Videogiochi e salute mentale: una testimonianza di un membro di Hero Journey Club.
La testimonianza di un membro di Hero Journey Club. Fonte: Hero Journey Club

I risultati in termini di salute mentale

Ad oggi i risultati ottenuti dal collettivo sono estremamente incoraggianti.

Il 70% dei partecipanti alle sessioni ha ottenuto un miglioramento significativo nella gestione di ansia e depressione.

Il 96% afferma di sentirsi meglio dopo una singola sessione, il 70% dei membri ha riportato un significativo miglioramento validato clinicamente, sempre il 70% dei membri proviene da comunità marginalizzate e il 94% di loro afferma di aver instaurato alcune delle loro connessioni più profonde all’interno della community.

× Scrivici