Blog

GAMIFICATION E APPRENDIMENTO LUDICO, LA COLLABORAZIONE TRA AIV E L’ISTITUTO MARCELLINE DI FOGGIA

AIV e l’Istituto Marcelline di Foggia hanno istituito un progetto didattico di gamification dedicato agli alunni della scuola secondaria di primo grado.

AIV continua a promuovere le nuove esperienze di apprendimento ludico all’interno delle scuole. Grazie alla collaborazione con l’Istituto Marcelline di Foggia, è stato istituito un progetto didattico di gamification dedicato agli alunni della scuola secondaria di primo grado. 

Come abbiamo più volte raccontato AIV è sempre stata in prima linea nel ribadire l’importanza che i videogiochi rivestono non solo nell’ambito dell’intrattenimento ma anche e soprattutto in ambito formativo.

Questa visione si è iniziata a concretizzare nel 2018, con l’istituzione di un protocollo di intesa stipulato tra AIV e il Polo Tecnico Galileo di Roma e continua ad arricchirsi di nuove esperienze. 

Le collaborazioni di AIV in questo senso, infatti, si allargano anche all’Istituto Marcelline di Foggia grazie all’istituzione di un progetto PON, un “Programma Operativo Nazionale del Ministero dell’Istruzione, dell’Università e della Ricerca, finanziato dai Fondi Strutturali Europei”, come precisa Foggiacittàaperta.it.

Il percorso didattico all’interno del programma verrà condotto da Matteo Velardi, docente di programmazione e animazione nei corsi di Game Design di AIV in collaborazione con Stefania Fréjaville, docente di informatica e arte dell’Ist. Marcelline e sarà incentrato sulle dinamiche del Game Design adattate e veicolate agli studenti dell’Istituto foggiano. 

Lo scopo principale di questo progetto didattico di gamification sarà quello di realizzare un vero e proprio videogame utilizzando Unreal Engine, il motore di gioco di casa Epic Games, ad oggi il più diffuso in tutti gli studi di sviluppo.

Questo tipo di didattica innovativa promossa da questi istituti valorizzano i videogiochi e la gamification come fattori imprescindibili per rendere l’apprendimento un processo stimolante, creativo e inclusivo, che possa accendere l’interesse e la partecipazione nei più giovani avvicinandoci al loro linguaggio e stimolandoli ad apprenderne di nuovi.